back

Intervento di Rinoplastica Napoli

Rinoplastica Napoli

Descrizione intervento

La Rinoplastica è l’intervento chirurgico che permette di correggere il profilo e la struttura del naso nel suo complesso. Una aspetto estetico innaturale del naso, oltre ad essere immediatamente percepito dagli altri, è in grado di condizionare l’armonia del resto del volto data la sua posizione centrale nello stesso. Oltre che per scopi estetici, la rinoplastica è indicata per risolvere alcuni problemi di respirazione e per correggere alterazioni congenite o acquisite ed esiti di trauma. L’obiettivo dell’intervento è la correzione dei difetti, cercando però di ottenere un risultato il più possibile “naturale” in accordo con i desideri specifici del paziente. A questo scopo si considera il naso nell’insieme del volto, in modo da creare le proporzioni più armoniose e gradevoli. Può essere corretta anche solo la punta. L’intervento solitamente avviene in anestesia generale, oppure in anestesia locale con sedazione.

Durata Intervento 40-60 minuti

Ospedalizzazione Day Hospital

Anestesia Locale o Generale

Recupero 7 giorni

Esempi di Prima e Dopo

Informazioni Utili

Quando e perché richiedere un intervento di rinoplastica

“ho un difetto estetico del naso: posso correggerlo con la rinoplastica?”

Solitamente chi desidera sottoporsi ad un intervento di rinoplastica mira a rimodellare il naso nel senso di un ridimensionamento (se troppo lungo o grosso) oppure semplicemente a correggere un solo particolare (eliminare una gobbetta, correggere una punta che scende in basso o troppo larga, etc). Inoltre sono moltissimi gli individui che necessitano di un intervento che vada a correggere difetti di funzionalità respiratoria.

Per chi è indicata la rinoplastica

“Sono un paziente adatto per un intervento di rinoplastica? La rinoplastica fa male?"

L’intervento di rinoplastica è di certo uno dei maggiormente richiesti e praticati. L’esigenza di avere un viso ben proporzionato e armonioso spesso combacia con un rimodellamento del naso. Le caratteristiche più comuni presenti nei pazienti che si sottopongono a questo intervento sono naso aquilino, naso a patata, naso a sella, naso deviato / storto, naso grosso, narici larghe e gibbo nasale. I pazienti ideali per la rinoplastica sono fisicamente sani e ben informati sulla procedura chirurgica e post chirurgica, requisiti comuni a tutti gli interventi di chirurgia estetica.

La rinoplastica moderna è molto meno invasiva e quindi non è previsto dolore né durante l’intervento né dopo. Grazie alle tecniche chirurgiche avanzate il paziente non deve sentire dolore.

L’intervento di rinoplastica

“cosa mi succederà durante l’intervento di rinoplastica?”

La procedura chirurgica per la rinoplastica richiede in genere circa 1 ora. Viene generalmente eseguita in Anestesia Generale. Può comunque essere effettuata in Anestesia locale e sedazione. Dal punto di vista dell’esecuzione, l’intervento di rinoplastica può essere eseguito mediante due tecniche:

  • .
    aperta (open), che consiste nel praticare un’incisione (trasversalmente alla columella ed all’interno delle narici) e da lì sollevare la cute che ricopre la struttura nasale. In questo modo si ottiene una visuale completa di ciò su cui si va ad agire. La cicatrice nel punto di incisione tende a sparire del tutto, senza lasciare traccia di sé;
  • . chiusa, la quale invece non prevede alcuna incisione esterna, ma prevede che gli accessi chirurgici siano esclusivamente all’interno della mucosa nasale.

Non esiste una tecnica “migliore” ma bensì esistono indicazioni differenti. Ad esempio se la necessita è quella di eseguire una rinoplastica secondaria è necessario un approccio open; se una punta è eccessivamente larga è consigliabile lo stesso approccio. Per gli altri casi si utilizza in genere la tecnica chiusa.In corso di visita specialistica si valuterà il caso specifico si selezionerà l’approccio migliore.

Il naso viene zaffatto con dei tamponi per 24-48 ore e le fratture ossee ridotte con un gessetto nasale per 7 giorni. Si utilizzano infine dei cerotti color carne per altri 7 giorni per “guidare la guarigione” in modo corretto.

Post operatorio: dopo la rinoplastica

“quali saranno le attenzioni che dovrò fare nei giorni seguenti la rinoplastica? e per quanto sarò obbligato a queste attenzioni?”

Nei primi giorni dopo l’intervento possono comparire limitati lividi grazie alla tecnica che utilizziamo con le osteotomie percutanee e gonfiori che solitamente scompaiono entro pochi giorni . È buona norma quindi applicare compresse gelate per controllare gonfiore ed ecchimosi nell’immediato post-operatorio.

Dopo circa 1-2 giorni dall’intervento, vengono rimossi i tamponi a seconda se sia stato trattato il setto nasale o meno. Dopo 7 giorni si rimuove il gessetto nasale o splint. Nonostante sia possibile vedere un risultato soddisfacente già dopo un mese dall’intervento, per il risultato definitivo bisogna attendere 6 mesi prima che il gonfiore, caratteristico di questa procedura, scompaia completamente.

La ripresa dell’attività si può avere anche in tempi molto brevi. Una volta rimossi i tamponi ed il gessetto, quindi dopo 7 giorni, il paziente può tornare alle normali attività.

Viene invece interdetta ogni attività sportiva o che possa in qualche modo alzare la pressione sanguigna e quindi ritardare i processi di guarigione.

Poi ci sono i tamponi! Il materiale di cui sono composti i tamponi è cambiato nel corso degli anni, chi pensa che la rimozione di questi sia dolorosa, è perché ne ha sentito parlare da persone che si sono sottoposte all’intervento diverso tempo fa. Oggi grazie ai nuovi materiali il dolore non si avverte quasi più.

Risultato della rinoplastica

“cosa posso attendermi da un intervento di rinoplastica?”

La rinoplastica può cambiare l’aspetto e restituire quella sicurezza perduta, si può decidere per modifiche che rendano molto naturale la correzione risolvendo i difetti estetici senza cambiare l’armonia del volto. La rinoplastica eseguita correttamente offre risultati estetici molto positivi per quanto riguarda l’armonia generale del viso. Il grado di soddisfazione dei pazienti è molto alto. Va comunque sottolineato che il paziente candidato a questo intervento deve avere aspettative realistiche. Questo argomento è oggetto di approfondimento durante la visita medica.

Rischi e complicanze della rinoplastica

“A quali rischi/complicanze/fastidi vado incontro con questo intervento chirurgico?”

Qualsiasi procedura chirurgica, per quanto di modesta entità ed eseguita su pazienti in buone condizioni generali, comporta la non prevedibile possibilità di complicazioni generali. Statisticamente si può affermare che in persone in buone condizioni generali, i cui esami clinici preoperatori non dimostrino alterazioni significative, l’insorgenza di complicazioni è piuttosto rara. Al pari di ogni altro tipo di intervento chirurgico la rinoplastica può dare luogo a complicazioni generali (rischio anestesiologico, infezione, sanguinamento) e specifiche quali: edema della mucosa nasale, lividi e occhiaie scure, asimmetrie. Tutte comunque facilmente gestibili.

Quali sono i metodi alternativi alla rinoplastica?

Esistono soluzioni alternative all'intervento chirurgico? e, se sì, con che risultato?

L’unica scelta alternativa a un intervento di rinoplastica consiste nell’uso di filler di acido ialuronico che determinano modificazioni lievi e transitorie del profilo. Tale tipologia di trattamento di rinoplastica non chirurgica è denominato rinofiller. Il botox può infine essere utilizzato alla base della columella per indebolire in modo transitorio il muscolo depressore del setto che determina in alcuni pazienti che la punta nasale si abbassa quando si sorride.

rinoplastica napoli

La storia di Rita

La paziente desiderava ridurre il dorso osteo cartilagineo del suo naso e contemporaneamente sollevare la punta cadente che le causava…

continua a leggere

Leggi gli articoli sull’argomento

Richiedi appuntamento