back

Ex-obesi, gli interventi più richiesti

postbariatrica per ex obesi

Sono sempre di più, in Italia, i pazienti ex-obesi che necessitano di un rimodellamento corporeo, si tratta di interventi che sono determinati da esigenze funzionali, ma che riescono anche ad ottenere un miglioramento estetico. I tessuti molli e svuotati infatti limitano i movimenti e rendono difficile la cura dell’igiene personale, interferendo con le normali attività quotidiane.

L’incremento della domanda di interventi di rimodellamento deriva essenzialmente da due fattori: da una parte l’aumento della popolazione obesa, dall’altra le nuove tecniche della chirurgia bariatrica, che oggi avviene anche in laparoscopia e con maggior sicurezza, ampliando così il numero di pazienti operabili.

L’obesità è considerata un importante fattore di rischio per l’insorgenza di gravi patologie. Un obeso ha un’aspettativa di vita ridotta di 10 anni. I chili di troppo comportano una serie di gravi malattie come diabete mellito di tipo 2, ipertensione arteriosa, infarto del miocardio, insufficienza respiratoria, cancro al pancreas, al colon e al seno, ipercolesterolemia, malattie articolari, ictus, problemi epatici ed insufficienza renale, problemi della sessualità e limitazioni gravissime nei movimenti.

Tenere sotto controllo il peso significa, dunque, prevenire molte malattie.

La chirurgia bariatrica può essere, per alcuni pazienti, la soluzione ai problemi di obesità; I principali interventi sono la sleeve gastrectomy, il bypass gastrico, la diversione bilio-pancreatica, il bendaggio gastrico regolabile e palloncino endogastrico.

Gli interventi chirurgici per il trattamento dell’obesità patologica hanno motivazioni di carattere medico, lo scopo è di ricondurre il paziente allo stato di normalità. La scelta dell’intervento è fatta in base non solo all’IMC, alle eventuali malattie associate o alla familiarità, ma anche tenendo conto delle abitudini alimentari e della componente psicologica.

Rispetto al passato ora sono di più le persone che in seguito a importanti dimagrimenti ed alla chirurgia bariatrica sentono la necessità di eliminare i tessuti di rivestimento in eccesso, desiderando un corpo più armonioso.

Gli interventi più eseguiti sugli ex-obesi è la lipoaspirazione, seguito dall’addominoplastica, con cui si rimodella l’addome, e dalla mastopessi, il cosiddetto lifting del seno. A giustificare il “successo” della lipoaspirazione, il fatto che questo intervento sia spesso eseguito in abbinata con quelli di rimodellamento, migliorando ulteriormente il risultato finale.

In ogni caso, il percorso chirurgico che permette a un ex-obeso di riacquistare una figura armonica a una piena funzionalità avviene in più tappe, perché gli interventi da sostenere sono diversi e, sempre in nome della sicurezza, non possono avere tutti luogo nella stessa seduta operatoria.