back

Chirurgia estetica Post Quarantena

Chirurgia estetica Post Quarantena

Il post-quarantena ha portato con sé un aumentato ricorso agli interventi di chirurgia estetica sia per uomini che per donne

I mesi di isolamento causato dal lockdown hanno portato ad alcuni effetti evidenti sulla nostra pelle: colorito grigio, pancia gonfia, gambe appesantite, rughe più evidenti. Insomma, la quarantena avrebbe provato donne (e uomini) anche psicologicamente, facendo crescere l’attenzione nei confronti del proprio aspetto fisico con il desiderio di volerlo migliorare. Tra chi si vede stanca ed invecchiata e chi sente l’urgenza di un restyling, nel post lockdown sono tantissimi i pazienti a tornare sul lettino del chirurgo: ritocchi e mini-ritocchi a viso e collo gli interventi più richiesti

Non solo quindi estetiste e parrucchieri sono stati presi d’assalto, richiestissimi dalla Fase 2 sono stati però anche i chirurgi plastici.

Confermano questo trend anche gli esperti dell’American Society of Plastic Surgeons che hanno stilato una classifica delle procedure maggiormente richieste sia da uomini che da donne:

  • Botox
  • Mastoplastica additiva
  • Filler riempitivi
  • Liposuzione
  • Addominoplastica

Con 54mila interventi al primo posto la mastoplastica additiva che ha avuto un incremento del 10% nel 2020; a seguire la blefaroplastica con +24% in due anni e un impulso negli ultimi mesi dovuto all’uso della mascherina che ha puntato i riflettori sullo sguardo come mai accaduto prima. Poi la liposuzione, il lipofilling del volto e l’addominoplastica, mentre la rinoplastica è la più gettonata tra gli uomini.

Ma quali sono gli interventi di chirurgia estetica in aumento in Italia per questa prima parte del 2020? Quali le procedure di medicina estetica più seguite?

Secondo la Società italiana di chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica (SICPRE) dopo il lockdown si è registrato un incremento di circa il +50% degli interventi soprattutto al viso per gli effetti dovuti all’uso della mascherina. In aumento, dunque:

  • Interventi al lato B sia con protesi che con grasso,
  • Filler anche su persone giovani;
  • Epilazione definitiva e luce pulsata;
  • Mastoplastica additiva che resta saldamente al primo posto della classifica degli interventi di chirurgia estetica più richiesti.

Lo studio del Dott Domenico Campa si è attrezzato fin da subito per rispondere al meglio alle nuove norme legate alla prevenzione del Covid-19 però pianificare in anticipo gli appuntamenti è indispensabile in quanto non si può attendere in sala di attesa con altre persone per questioni di distanziamento.  Soprattutto il botox e i filler del viso hanno bisogno di essere ripetuti in scadenza programmata in anticipo.

Non dimenticate i dispositivi di sicurezza individuali: all’ingresso in studio il paziente deve avere la mascherina e utilizzare guanti o disinfettante per le mani.